Beccato nudo (by @kork75)

Uno screenshot è la pietra dello scandalo, un fermo immagine che mostra il parlamentare liberale William Amos, completamente nudo, in piedi dietro la sua scrivania che nasconde le sue parti intime da quello che sembra essere un cellulare tenuto in una mano; sfondo di questa surreale fotogramma le bandiere del Quebec e del Canada. L’increscioso fatto è successo mercoledì 14 aprile 2021 durante una riunione in videoconferenza della Camera dei Comuni. A poco sono valse le sue pronte scuse nei confronti dei colleghi legislatori. Il parlamentare si è giustificato dicendo di aver acceso accidentalmente la videocamera mentre si stava cambiando in abiti da lavoro dopo essere rientrato da una sessione di jogging.
"Questo è stato uno sfortunato errore e ovviamente non succederà più", ha detto Amos in una dichiarazione ufficiale. L’opposizione, ha colto l’assist, e ha sollevato l'incidente in una mozione d'ordine, ribadendo che il decoro parlamentare richiede ai membri del Parlamento d’ indossare sempre giacca, cravatta, camicia e ovviamente pantaloni e biancheria intima.


image.png
Immagine CC0 creative commons

Il relatore della videoconferenza (Anthony Rota) in seguito ha ringraziato l’opposizione per le sue "osservazioni" e ha chiarito che sebbene non avesse visto nulla, ha controllato con i tecnici e ha confermato che effettivamente William Amos era in una condizione poco presentabile per una carica delle istituzioni; per tanto ha ricordato ai legislatori di essere sempre vigili quando si trovano vicino a una telecamera e un microfono. Amos era visibile solo ai membri del Parlamento e poiché non aveva preso parola, la sua immagine non è stata mostrata al pubblico connesso che seguiva la conferenza, ma questo non ha impedito a qualche collega burlone e malizioso d'immortalare il “bizzarro momento”.


image.png

Join the conversion now